In campo per rinascere. Il Matera e la Virtus Francavilla sfidano la crisi, alla ricerca della felicità.

Dammacco in azione

I numeri sono chiari, è crisi. Il Matera e la Virtus Francavilla si affronteranno domani alle 18,30 allo stadio XXI Settembre Franco Salerno, alla ricerca della luce in fondo al tunnel. I biancazzurri di Imbimbo non segnano da tre partite, i pugliesi agli ordini di Zavettieri non ci sono mai riusciti in trasferta, entrambe le compagini vivono quindi un momento di grossa difficoltà, e la partita di domani si spera possa essere chiarificatrice in qualche modo, ci auguriamo magari a favor nostro.

Tre sconfitte consecutive per il Matera, tre partite senza segnare a fronte 5 gol subiti, pesantissimo nel morale l’ultimo maturato nel finale di match al Ventura di Bisceglie. Due, invece, le sconfitte consecutive degli uomini agli ordini di mister Zavettieri, l’ultima per mano della quotatissima Casertana, organico indubbiamente da B. La classifica è gemella e la media punti per entrambe è di soli 0,75 punti nelle quattro partite giocate sino ad ora, il Matera costruisce ma non concretizza e, fatali, gli svarioni difensivi che tolgono certezze e convinzione. La notizia dell’infortunio per Dellino è un’altra tegola che fa rumore, si spera magari possa trovare più spazio Dammacco, lo meriterebbe, il ragazzo ha cuore e qualità.

Dall’altra parte una Virtus Francavilla che pare comunque in crescita nelle prestazioni, soprattutto proprio dopo l’ultima sconfitta. Due terzi di gara a tener testa a Castaldo & C., il vantaggio con Sarao al 38’, poi saliti in cattedra i quotati ospiti e punteggio finale di 1-2; zero punti ma qualcosa si è visto, Zavettieri punta forte sul suo pupillo Partipilo che lo ha seguito da Bisceglie, insieme al croato Vrdolijak, uomo in mezzo al campo, una delle scoperte del tecnico calabrese, rinomato per le sue conoscenze oltre confine. Bomber Sarao ha accettato la corte del patron Magrì, dopo i 9 gol messi a segno con la maglia del Monopoli nello scorso campionato (in questo è a quota 2, bomber per i pugliesi), Lugo Martinez una lieta conferma dopo la prima mezza stagione trascorsa a Francavilla Fontana, condita con 2 reti, uomo di esperienza e di indubbia tecnica per la categoria. Chiaramente sarà importante arginare la loro superiore qualità in avanti e sugli esterni, in questo la classifica è bugiarda, bisogna ammetterlo, e provare a contestualmente a bucare la loro difesa a quattro.

La partita di domani diventa cruciale quindi sotto svariati punti di vista, la classifica, il morale, le certezze tattiche, il futuro. I precedenti incoraggiano il Matera, al XXI Settembre i pugliesi sono stati corsari soltanto in due occasioni su 9 totali (nel lontano 1951-1952 e nel 2016-2017), nelle altre 7 abbiamo sempre portato i tre punti nello spogliatoio, l’ultima volta nel novembre dello scorso anno, quando Strambelli e Corado ci fecero sorridere, altri momenti, altra storia, una vita fa.

Testa quindi a domani, per invertire la rotta, per segnare la svolta e metterci dalla nostra parte anche la matematica (almeno in casa), così come si era partiti, nel nostro fortino con i tre punti e tanto ottimismo. Match da under nei gol, da over per i cartellini, posta in palio moralmente tripla, per tutti gli altri noi in tribuna e gradinata….fuori la voce. Avanti Bue.

Commenta per primo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*