La voce del tifoso per Matera – Cosenza: il tifoso del Matera Nicola Spagnuolo

nicola-spagnuoloLo staff di Tifo Matera, in vista della partita contro il Cosenza, presenta l’intervista all’ex magazziniere Nicola Spagnuolo.

Ciao Nicola, come ti sei avvicinato al Matera calcio e quali sono i tuoi primi ricordi?

Ricordo che Padre Alba mi portava al campo insieme ad altri ragazzini ed entravamo dal vecchio ingresso situato al bar Valentino. In questo periodo conobbi alcuni giocatori come Loprieno, Toffanin, Stellone, ecc.

Quale partita ricordi con maggior piacere quale gara è stata la tua più cocente delusione?

La partita che ricordo con grande piacere è la gara vinta a Salerno due stagioni fa perché battemmo la capolista. Invece, la delusione più grande è stata la mancata iscrizione al campionato di Seconda Divisione nel 2011 dopo ben 13 anni di Serie D e un buon campionato in C. Purtroppo ancora oggi non sappiamo con certezza per colpa di chi quel progetto non fu portato avanti.

Hai aneddoti particolari legati al Matera calcio?

Facendo il magazziniere nell’era Tosto, mi sono ulteriormente affezionato ai colori biancazzurri perché svolgendo tale mansione ero a contatto con i nostri beniamini. Inoltre, da magazziniere ho avuto la grande soddisfazione di vincere la Coppa Italia di Serie D.

Veniamo dalla vittoria interna contro la Paganese, come giudichi la prestazione dei ragazzi di mister Auteri?

Per quanto riguarda la gara con la Paganese, posso dire di aver visto un gran primo tempo ed un calo fisico nella seconda fazione di gara dove abbiamo corso qualche rischio.

Domenica affronteremo il Cosenza, quale giocatore avversario temi di più e quale del Matera potrebbe fare la differenza?

Il Cosenza è una buona squadra difficile da affrontare: per me l’uomo più pericoloso potrebbe essere Caccetta, senza nulla togliere agli altri ottimi giocatori come Pinna o il portiere Perina. In riferimento alla nostra squadra, penso che il duo Carretta-Strambelli possa fare la differenza.

Cosa suggerisci a mister Auteri per affrontare al meglio gli avversari?

Ritengo che il Matera debba giocare a viso aperto e senza timore di nessuno perché abbiamo grosse potenzialità e possiamo dire la nostra in questo difficile torneo.

La tua Top 11 di sempre.

Come detto prima, avendo fatto il magazziniere, preferisco non scegliere solo 11 giocatori dato che per me sia in quel periodo che oggi chi scende in campo per me è sempre il migliore.

Ringraziamo Nicola per la cortesia e la disponibilità.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*