L’avversario di turno: il Cosenza

caccetta-3-0-a-czDopo il pesante exploit della prima giornata di campionato nel derby di Catanzaro, in cui i lupi rossoblu si sono imposti con il risultato roboante di 0-3, il Cosenza ha dovuto incassare l’improvviso stop interno imposto dal Taranto di Papagni nella seconda giornata di campionato. Il successo degli jonici è stato firmato da un super-goal di Bollino con un sinistro a giro imprendibile per l’estremo difensore Perina. La sconfitta rimediata allo stadio San Vito “Gigi Marulla” impone ai calabresi di provare a rialzare subito la china domenica, fuori casa, contro il Matera. L’obiettivo stagionale dei lupi cosentini è quello di ben figurare nel girone C di Lega Pro, sulla scia del campionato importante disputato lo scorso anno dai rossoblu (5° nella Lega Pro 2015/2016). Mister Roselli, allenatore del Cosenza dal 2014, dispone di un organico di assoluto valore, con l’intelaiatura della passata stagione puntellata nel calciomercato estivo da acquisti mirati.

perina-voglio-rimanere-e-salire-in-serie-b_articleimageIl tecnico umbro dovrebbe schierare i suoi con un collaudato 4-4-2. In porta è data per certa la presenza dell’estremo difensore classe ’92 Perina, alla seconda stagione tra le fila dei rossoblu, incolpevole in occasione del goal subito contro il Taranto. I quattro difensori che dovrebbero scendere in campo sono i riconfermati Tedeschi e Blondett al centro, Corsi sulla fascia destra e l’ex di turno Pinna sulla corsia sinistra, al Matera nella stagione 2012/2013.

A centrocampo mister Roselli deve fare a meno del forte centrale Emanuele D’Anna, classe ’82 proveniente dalla Maceratese e con un passato importante in serie B, e dell’esterno Marco Criaco, infortunatosi nel match contro il Taranto (nella passata stagione 3 reti in 30 presenze). La coppia centrale sarà composta da Caccetta (doppietta nel derby contro il Catanzaro) e dal neo-acquisto Capece, classe ’92 proveniente dall’Arezzo. Sul binario destro troverà spazio un attaccante che può rivestire anche il ruolo di esterno offensivo, uno dei calciatori più forti della formazione calabrese: Giovanni Cavallaro, palermitano di quasi 34 anni, arrivato alla corte di mister Roselli nella passata stagione dal Foggia dopo essere stato a lungo corteggiato anche dal Matera (5 reti in metà stagione con la maglia cosentina). A sinistra verrà impiegata un’altra pedina importante, con un curriculum che racconta di tanta serie B e C1, alla terza stagione con la maglia del Cosenza, Giuseppe Statella (3 reti in 32 presenze lo scorso anno).

gambino-goal-735x400Le sorti dell’attacco cosentino dovrebbero essere affidate alla coppia Gambino-Mungo, entrambi neo-acquisti, out l’attaccante francese Baclet, lo scorso anno protagonista della salvezza conquistata dal Martina Franca per cui ha segnato 13 reti in 27 presenze. Giuseppe Gambino, 32enne, è un bomber di razza con un passato importante tra serie D e C, lo scorso anno a Monopoli con cui ha totalizzato 10 goal in 34 presenze, quest’anno già una rete all’attivo nel derby contro il Catanzaro; l’attaccante di Agrigento non è al top ma non dovrebbe fare scherzi a mister Roselli. Il 23enne Mungo, invece, la passata stagione ha indossato la casacca della Pistoiese (girone B di Lega Pro), segnando 7 reti in 32 presenze, ancora a secco in questo campionato.

Foto di cosenzachannel.it, paroledivita.org, quicosenza.it

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*