L’avversario di turno: il Cosenza

L'esultanza dei lupi dopo la vittoria con la Paganese (foto ilCosenza.it)
L’esultanza dei lupi dopo la vittoria con la Paganese (foto ilCosenza.it)

#noiciccrediamo, questo l’hashtag virale che sta facendo il giro delle pagine social rossoblu. Ci crede la gente di Cosenza, anche se la prevendita non è stata certo esaltante, ci crede il presidente Eugenio Guarascio, che ha fissato un premio in caso di promozione, ci crede mister Stefano De Angelis e ci credono i giocatori.
I rossoblu hanno conquistato gli ottavi di finale playoff superando nel primo turno la Paganese, regolata con un netto 2 a 0. Una gara non semplice con avvio di marca campana ma la doppietta di Mungo nella ripresa ha mandato in visibilio il San Vito.
Alla ventottesima giornata i rossoblu, pareggiando a Pagani, erano scesi al nono posto in classifica mettendo a rischio i playoff, poi quattro successi e tre pareggi nelle ultime dieci gare hanno permesso agli uomini di De Angelis di conquistare la sesta piazza.
Contro il Matera mancherà solamente il grande ex Tony Letizia, non al meglio fisicamente ed in dubbio anche per la gara di ritorno, per il resto tutti arruolabili.
De Angelis dovrebbe confermare il 4-4-1-1 di domenica scorsa con Perina tra i pali, Corsi e D’Anna terzini, Blondett e l’altro ex Paride Pinna al centro della difesa, Statella e D’Orazio, non al meglio fisicamente, esterni a supporto della coppia di centrali composta da Calamai e Ranieri, Mungo trequartista a supporto dell’unica punta Mendicino. Dovrebbero quindi accomodarsi in panchina la punta franco-ghanese Baclet, il difensore centrale Tedeschi, i centrocampisti Criaco e Caccetta.
Entusiasmo, consapevolezza dei propri mezzi e tanta voglia di vendicare le due sconfitte in campionato contro gli uomini di Auteri.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*