I numeri del match: Matera – Akragas

20161023_reggina_matera_00018Gara troppo importante quella che andrà in scena Domenica 30 Ottobre allo stadio XXI Settembre Franco Salerno. Il Matera ospiterà l’Akragas per l’undicesima giornata di andata del girone C di Lega PRO. All’apparenza potrebbe sembrare una gara senza particolare valore, ma entriamo subito nel vivo della nostra analisi numerica e statistica per spiegare da vicino cosa potrebbe valere questo match.

20161023_reggina_matera_00009La classifica generale vede il Matera in quarta posizione con 21 punti (6 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta) preceduto da Lecce e Foggia (23) e dalla Juve Stabia con 22 punti. Due punti più sotto (19) troviamo il Cosenza. Il calendario ha voluto che in questa giornata si affrontassero tra loro 4 compagini tra le prime 5 del girone. Domenica alle 18.30 infatti la Juve Stabia ospita il Cosenza e Lunedì nel posticipo serale delle 20.30 al Via del Mare, va in scena Lecce vs Foggia. Capiamo benissimo che un’eventuale vittoria contro l’Akragas, permetterebbe ai Biancoazzurri, a prescindere da quali potranno essere gli altri risultati, di guadagnare punti sulle rivali. Ma guai a sottovalutare l’Akragas, nona in classifica con 12 punti (2 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte)

Un’ottima compagine quella allenata da mister Raffaele Di Napoli che non perde in campionato da ben 6 giornate (2 vittorie e 4 pareggi). C’è da dire che lontano dal proprio stadio, le cose non erano iniziate proprio alla grande per loro, ma dopo le prime due pesanti sconfitte a Lecce e a Fondi, la situazione è migliorata con due risultati degni di nota: la vittoria di misura per una rete a zero a Catania e il pareggio a reti bianche a Foggia. Questi dati ci fanno capire subito come potrebbero impostare la gara qui al XXI Settembre, chiudendosi in difesa fin dall’inizio e cercando di sfruttare in contropiede gli spazi che il Matera potrà concedere. Ed è cosa risaputa che i ragazzi di mister Auteri soffrano particolarmente questo tipo di atteggiamento delle squadre avversarie.

20161023_reggina_matera_00020Ma nel proprio stadio il Matera si trasforma in una corazzata capace di totalizzare 4 vittorie e 2 pareggi (contro Foggia e Catania) che tranquillamente potevano essere successi per il grande gioco espresso in campo. Contro l’Akragas sarà importante cercare di sbloccare il match il prima possibile.

Per quanto riguarda le reti fatte e subite troviamo dati molto interessanti: dopo il rocambolesco risultato di Reggio Calabria, il Matera con 23 reti realizzate non solo detiene il miglior attacco del girone ma anche uno dei migliori reparti offensivi tra le squadre Italiane che disputano campionati professionistici. Hanno fato meglio dei Biancoazzurri dopo 10 giornate di campionato, solo il Verona (capolista della serie cadetta con 25 reti realizzate) e la Roma di mister Spalletti che per adesso ha il miglior attacco italiano con 26 reti all’attivo. La difesa invece continua ad essere un po’ ballerina. Dieci infatti sono le reti subite, dato stranamente molto alto per la posizione in classifica occupata e per quanto siamo abituati a vedere nelle squadre allenate da mister Auteri. L’Akragas risponde con sole 9 reti realizzate (solo 2 messe a segno fuori casa) e ben 12 subite. Dati non proprio positivi rispetto alla posizione in classifica.

20161023_reggina_matera_00004Bomber indiscusso del Matera, Maikol Negro che con 7 reti realizzate proverà a insidiare la prima posizione della classifica marcatori occupata da Salvatore Caturano a quota 8 reti. Per l’Akragas miglior realizzatore Matteo Zanini che a quota 4 reti ha realizzato circa la metà dei gol totali messi a segno dalla squadra Siciliana.

Concludiamo con l’analisi sul minutaggio delle reti. Troviamo alcuni dati interessanti soprattutto per quel che riguarda le reti subite dalla due compagini. Ben 8 reti su 10 subite dai Biancoazzurri arrivano nella seconda metà di gara: 5 tra 45° e 70° e 3 tra 70° e 90°. Anche l’Akragas subisce molto nella fase finale. Basta leggere che su 12 reti subite, ben 6 arrivano allo scadere tra il 70° e il 90°. E’ quindi verosimile attendersi dei gol nel secondo tempo del match dato anche l’elevato numero dei gol messi a segno dai Biancoazzurri nella parte conclusiva (4 tra 45° e 70° e ben 9 tra 70° e 90°).

Non ci resta quindi che attendere con ansia questa gara importantissima e raccoglierci tutti sui gradoni del XXI Settembre per sostenere questi ragazzi e continuare a vivere il sogno. AVANTI MATERA!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*