LA VOCE DEL TIFOSO DELLA REGGINA PER REGGINA-MATERA: IL GIORNALISTA VINCENZO IELACQUA

Torna l’appuntamento con la rubrica “La voce del tifoso”. Rubrica che ci accompagnerà per l’intera stagione. Diamo spazio ai tifosi, sia locali che ospiti, i quali ci raccontano le loro sensazioni pre-match.

Oggi abbiamo il piacere di intervistare Vincenzo Ielacqua,  giornalista presso Reggionelpallone.it

Quali sono gli obiettivi stagionali della Reggina?

“Anche in questa stagione la Reggina riparte dopo un’autentica rivoluzione societaria e tecnica: la proprietà ha deciso di resettare quasi tutto partendo dal Direttore Sportivo e dall’Allenatore e arrivando ad una rosa completamente rinnovata. Solo De Francesco e Porcino sono rimasti rispetto all’undici titolare dello scorso anno, in panchina è arrivato Agenore Maurizi che dovrà riscattare un curriculum pieno di esoneri e di esperienze non proprio esaltanti. L’obiettivo societario è quello del “pareggio di bilancio”, quindi prettamente economico più che sportivo: è ovvio che sul campo una Reggina imbottita di giovani (la media età è stata ulteriormente abbassata) dovrà lottare per la salvezza cos come lo scorso anno nella speranza, magari, di riuscire a creare quell’entusiasmo e quella vivacità che potrebbero regalarti un campionato più che dignitoso.”

Nell’ultimo match di campionato, la Reggina ha pareggiato a Pagani.  Che partita è stata? E col Matera che partita si aspetta?

“Nell’ultima giornata la Reggina ha ottenuto un buon pareggio a Pagani, dopo un primo tempo non esaltante la squadra amaranto nella ripresa ha subito trovato il pari e poi giocato nettamente meglio sfiorando il raddoppio ma rischiando anche qualcosa in fase difensiva. Le prima gare sono ancora di assestamento, bisogna trovare la formazione giusta e lo schieramento più adeguato anche se finora il 4-3-1-2 adottato dal tecnico sembra essere quello più affidabile. Con il Matera sarà una gara diversa, vuoi per il valore degli avversari, vuoi per il fatto che si gioca in casa vuoi per i ricordi della stagione scorsa e di quel sonoro 2-6 credo che la Reggina vorrà fare la partita con la consapevolezza però delle individualità tecniche degli uomini di Auteri.”

Chi sono, a suo avviso, gli osservati speciali del match?

“Dico gli ex nel Matera, perché qui li conosciamo e ci aggiungo anche Giovinco che è un calciatore che ha colpi importanti. Nella Reggina l’assenza di Bianchimano, attaccante importante per la squadra potrebbe essere pesante: mi aspetto conferme da Tulissi, eclettico esterno offensivo e la crescita di De Francesco ancora non al top di condizione soprattutto a causa di un infortunio nella gara interna contro il Catanzaro.”

A suo parere, dove può arrivare la squadra materana?

“Il Matera sarà sicuramente protagonista, insieme alle blasonate Lecce e Catania e ad altre compagine costruire per tentare la promozione, bisognerà vedere nel corso del campionato quale delle squadre che vogliono vincere troverà la continuità di prestazione e di risultati giusti.”

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*