Un lampo di Caputo al 10′ decide il match. La cronaca dell’incontro

Gradinata F. Mancini Foto Sandro Veglia, www.materacalciostory.it

Esordio amaro in Coppa Italia per il Matera, che deve arrendersi per 1 rete a 0, tra le mura amiche, al cospetto di una formazione, quella dell’Altamura di tutto rispetto. Finamore aveva avvertito alla vigilia del match, la squadra è giovane, ed ha bisogno di tempo.

Pronti via, i biancazzurri scendono in campo con un 3-5-2, Demalja tra i pali, Figliomeni, Donida e De Vivo compongono i terzetto di difesa, Hysaj, Bottalico, Zielski, Gerardi e Iaccarino, formano la cerniera di  centrocampo, e Gjuci e Ferrara la coppia d’attacco, al cospetto di un 3-4-3 messo in campo dal secondo di Ginestra (il quale sconta un turno di squalifica nel match), Di Maio, per l’Altamura, con Spina tra i pali, Lacassia, Mattera e Ganci in difesa, Errico, Dipinto, Murtas e Bolognese in mezzo al campo, e Caputo e Casiello a supporto di Croce in attacco.

L’avvio del Matera è da rivedere, alcune indecisioni, sulle due fasce, danno coraggio ai biancorossi ospiti. E’ Caputo al 10’ ad inventarsi la giocata, da vertice alto sinistro dell’area di rigore, si divincola tra due avversari, e quasi indisturbato arriva a calciare un bolide sul quale Demalja non ci può mai arrivare. E’ 1 a 0 per gli ospiti. I ragazzi di Finamore accusano il colpo, e lasciano le redini del match sostanzialmente agli ospiti per tutto l’arco del primo tempo, arretrando per nove undicesimi dietro la linea della palla. E’ un lampo quello di Gerardi al 42’, Mattera sbaglia il controllo e perde banalmente palla, si profila un 3 contro 3, dove l’attaccante aviglianese ha la palla buona per pareggiare le sorti dell’incontro, ma la sua conclusione termina fuori ad un soffio dal palo alla destra del portiere, si chiude così la prima frazione di gioco.

Nella ripresa il copione sembra essere lo stesso, almeno nei primi 5 minuti dove l’Altamura conquista un paio di calci d’angolo, ed in una mischia sfiora per due volte il colpo del ko, è Ganci a ciccare prima con il destro e poi con il sinistro la sfera. Il Matera comincia a prendere campo, e con il passare del tempo riesce sostanzialmente con un discreto palleggio (per essere calcio d’Agosto), ad arretrare il baricentro dell’Altamura. Entra Sellitti per un evanescente Zielski, ed il numero 9 si rende subito intraprendente. Da un suo cross, scaturisce il corner sul quale è Gerardi a disfarsi di un difensore murgiano, e trovarsi dal vertice basso dell’ara di rigore, libero di calciare, la palla supera Spina, ma viene salvata da un calciatore biancorosso sulla linea di porta. Il Matera continua a premere, ma non riesce a sfondare. L’Altamura prova a farsi vedere con Molinaro in contropiede, ma senza impensierire più di tanto il portiere di casa. Al 40’  è Gjuci a divorarsi il pari. Si incunea in area, ma si lascia recuperare dalla retroguardia avversaria non colpendo in maniera pulita la palla e mandandola clamorosamente sul fondo. Pochi minuti più tardi, una palla di Gerardi, filtrante nel cuore dell’area di rigore per Ferrara, il quale a pochi passi dalla porta, tutto solo, non riesce a coordinarsi per mettere la palla in rete, mancando una clamorosa palla da gol. Dopo 5 minuti di recupero, la partita termina, con i biancorossi ospiti che espugnano il XXI Settembre Franco Salerno.

Per i biancazzurri il percorso è appena cominciato, ora si attendono i giusti colpi per completare la rosa. Ed in settimana si attendono novità anche sulla campagna abbonamenti, per un campionato che si prospetta avvincente.

Il tabellino del match

FC Matera – Team Altamura 0-1 (p.t. 0-1)

FC Matera: Demalja, Figliomeni, Donida, Iaccarino, De Vivo, Zielski, Hysaj, Bottalico, Ferrara, Gerardi, Gjuci. A disposizione di mister Finamore: Njie, Sgambati, Mereu, Pilieri, Cum, Sellitti, Briglia, Albano, Di Stefano.

Team Altamura: Spina, Lacassia, Mattera, Ganci, Errico, Dipinto, Murtas, Bolognese, Croce, Caputo, Casiello. A disposizione di mister Di Maio: Mattia, Kanoute, Bertolo, Serra, Prinari, Farinola, Letizia, Molinaro, Sosa.

Arbitro Domenico Petraglione di Termoli, assistenti De Santis e Di Bartolomeo di Campobasso.

Rete: 10′ p.t. Caputo

Corner 8-7 per l’Altamura

Note: Spettatori 1000 di cui un centinaio provenienti da Altamura

Gradinata Franco Mancini, foto Sandro Veglia, www.materacalciostory.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*