Top & Flop: le pagelle di Trapani-Matera

FARRONI 6: buona prova la sua, ma non può nulla sui gol avversari, soprattutto sull’eurogol di Taugordeau. ATTENTO

RISALITI 5,5: nessun errore particolare, ma nel complesso è apparso scarico. DA RIVEDERE

STENDARDO 5,5: stessa situazione di Risaliti

SEPE 5: poca spinta questa volta per il difensore sinistro, da lui ci si aspetterebbe qualcosa in più in avanti vista la sua velocità e caparbietà. STATICO 

CORSO 6: la palla viene giocata poco a centrocampo ma è l’unico che a metà campo prova a cercare qualche scambio. VOLENTEROSO

BANGU 5: a parte per un numero limitatissimo di buoni spunti, la prova del centrocampista della Fiorentina è sempre ben al di sotto delle aspettative. POCO PARTECIPE.

RICCI 5,5: prova ad inserirsi cercando di cucire il rapporto tra centrocampo e attacco, ma quasi sempre non ci riesce. INCONSISTENTE

GENOVESE 4,5: nulla da segnalare per l’esterno sinistro, non si è visto quasi per niente fino al trentesimo del primo tempo quando viene sostituito. FANTASMA

GARUFI 5,5: sulla fascia destra fa vedere qualcosina in più, ma la spinta è comunque fiacca e per nulla produttiva.

DAMMACCO 5,5: le qualità tecniche servono a poco se nei contrasti non si entra decisi. INCOMPLETO

ORLANDO 6: corre tanto, a volte a vuoto e facendo falli evitabili, ma l’impegno non è in discussione.

CORADO 4: entra al posto di Genovese, ma come sempre non riesce a tenere un pallone fra i piedi o a fare un passaggio corretto.

SCARINGELLA 5,5: prova a dare una mano in avanti, ma la situazione è molto compromessa. NON PUNGE

AURILETTO 4: al suo ingresso in campo mister Imbimbo lo inserisce come terzino destro, ma IL 90% dei palloni che tocca, finiscono sui piedi dell’attaccante avversario. MAI IN PARTITA

GALDEAN E LOREFICE S.V.

MISTER IMBIMBO 5: passo indietro per la squadra dopo la buona prestazione contro la Casertana. Nonostante la sosta, il tempo necessario per ricaricare le batterie e le migliorie dal punto di vista societario, la squadra non ha dato cenni di massimo impegno e la mano del mister non si è vista.

Commenta per primo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*