Fondi e Matera: un punto per ciascuno. De Rose risponde a Gambino. Cronaca e fotogallery del match.

20170402_Fondi_Matera_Tifomatera_00006Fondi – MATERA 1-1

Reti: 25′ pt Gambino (F), 12′ st De Rose (M)

Fondi: Coletta (38′ st Baiocco), Squillace, Signorini, Tiscione, Varone, Gambino (30′ st Albadoro), Galasso, D’Angelo (14′ st Giannone), De Martino, Calderini, Marino

A disp: Di Sabatino, Mucciante, Bertolo, Battistoni, Sernicola, Capuano, Adessi, Tommaselli, Pompei

All.: Pochesci

Matera: Tozzo, Ingrosso, Mattera, De Franco, De Rose, Di Lorenzo, Armellino, Casoli (1′ st Armeno), Negro, Infantino (22′ st Sartore), Lanini (1’st Carretta)

A disp.: D’Egidio, Bertoncini, Meola, Didiba, Dammacco, Salandria, Biscarini,  Gigli, Iannini, Strambelli

All.: Auteri

Arbitro: Davide Miele di Torino

Note: Spettatori 200 con una trentina provenienti da Matera. Ammoniti Signorini, De Martino e De Franco.

Per visionare gli highlights del match clicca QUI

Per visionare il video dell’ intervista prima del match al tecnico AUTERI clicca QUI

Per visionare i video delle interviste post-match clicca QUI

20170402_Fondi_Matera_Tifomatera_00001Un punto per ciascuno tra Fondi e Matera. La rete di De Rose nella ripresa evita agli uomini di Auteri una sconfitta immeritata, in un match che è valso poco ai fini della classifica. Ospiti che avrebbero meritato decisamente la vittoria, se non altro per il numero di occasioni limpide fallite dai biancoazzurri in fase offensiva. Un pareggio che certifica le difficoltà realizzative e la sterilità, almeno in alcuni tratti, del gioco dei lucani.

20170402_Fondi_Matera_Tifomatera_00002Mister Auteri schiera, a sorpresa, Saveriano Infantino come terminale offensivo, insieme a Negro e Lanini. Tozzo tra i pali, difesa a tre con Mattera, Ingrosso e De Franco centrale. Centrocampo a quattro con Armellino e capitan De Rose, Di Lorenzo a destra e Casoli a sinistra. Risponde il Fondi di mister Pochesci, nono in classifica a quota 41 punti, senza gli ex di turno Baiocco tra i pali ed Albadoro. Dopo il cammino entusiasmante della prima parte di stagione, i laziali hanno subito un brusco calo e giungono al match contro il Matera dopo tre sconfitte consecutive. Biancoazzurri che non vincono in trasferta dal 21 gennaio, 2-3 in rimonta a Cosenza, e che provano a rompere l’incantesimo dopo aver strapazzato il Messina nella precedente giornata di campionato e dopo aver vinto la finale di andata di Coppa Italia di Lega Pro (1-0 al Venezia). Parte bene il Matera che sfrutta molto la corsia destra con Di Lorenzo e Negro. La prima azione pericolosa del match, al minuto 18′, nasce proprio sul binario destro, Di Lorenzo lancia Negro, l’attaccante leccese finta il tiro ed elude l’intervento di un difensore laziale in scivolata, serve Lanini a centro area che, tutto solo, sbaglia clamorosamente a porta vuota. Con lo scorrere dei minuti il Fondi avanza il baricentro e si rende pericoloso dalle parti di Tozzo, provvidenziale al 23′ la deviazione di De Franco che devìa in angolo un tiro di Tiscione. Sul seguente tiro dalla bandierina i rossoblù passano in vantaggio: il cross trova tutto solo a centro area Gambino che insacca di testa. I biancoazzurri, storditi dalla rete subìta, si propongono dalle parti di Coletta senza, tuttavia, riuscire a pungere. Fino al termine della prima frazione da segnalare solamente un episodio molto dubbio in area di rigore dei padroni di casa.

20170402_Fondi_Matera_Tifomatera_00003Nella ripresa subito un doppio cambio deciso da mister Auteri: fuori uno spento Casoli e Lanini, poco preciso sotto porta, dentro Carretta ed Armeno. Non cambia il copione del match: è il Matera che fa la partita e cerca, con la solita manovra elaborata, il varco giusto. I laziali soffrono il gioco sulle fasce degli ospiti ed il pareggio arriva al 12′. Dopo un’azione insistita, Negro crossa a centro area per l’accorrente De Rose che, in scivolata, insacca. Al 15′ si fa vedere l’ex di turno Giannone che impegna Tozzo su calcio di punizione. Il Matera si sbilancia in avanti alla ricerca del goal-vittoria. Al 19′ è Infantino a cercare la porta con una girata di testa, palla fuori. Una manciata di minuti più tardi è il turno di Sartore che sostituisce Infantino, al rientro da un infortunio. Sulla testa del neo-entrato capita al 28′ la più ghiotta palla goal per aggiudicarsi il match: sul cross di Carretta l’esterno brasiliano, quasi sulla linea di porta, non riesce ad indirizzare la sfera in rete, palla che si stampa sulla traversa. Al 35′ ancora lucani vicini al vantaggio: tiro di Armellino dalla distanza, Coletta non è perfetto in presa e sulla ribattuta si fionda Sartore che insacca, il guardalinee alza la bandierina e segnala una posizione di fuorigioco. E’ l’ultima emozione della partita. Matera che torna a far punti anche in trasferta, in una gara che poteva avere un epilogo diverso se solo ci fosse stata maggior precisione in fase realizzativa. Si conferma comunque il trend di crescita della squadra di mister Auteri.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*