L’avversario di turno: la Juve Stabia

L'esultanza di Ripa dopo il gol contro il Foggia
L’esultanza di Ripa dopo il gol contro il Foggia

Le previsioni della vigilia sono state finora ampiamente rispettate in casa Juve Stabia. Le vespe, dopo diciassette gare giocate, occupano la seconda posizione in classifica a quota 35 punti, a braccetto con il Matera ed a tre lunghezze dalla battistrada Lecce. Undici i successi, due i pareggi e quattro le sconfitte per i gialloblu con trentuno reti all’attivo (terzo miglior attacco del campionato) e quindici al passivo (seconda miglior difesa alle spalle del Catania).
Devastanti tra le mura amiche (otto vittorie ed una sola sconfitta), meno brillanti lontano dal “Romeo Menti”: vittorie a Monopoli, Pagani e Catanzaro, pareggi a Fondi e Caserta e sconfitte a Catania, Reggio Calabria e Andria.
In panchina siede da questa estate Gaetano Fontana, classe 1970 che da giocatore ha vestito tra le altre le maglie di Juve Stabia, Ascoli, Napoli e Fiorentina e che da allenatore ha guidato per alcune stagioni la Nocerina. Un allenatore giovane ma i risultati gli stanno decisamente dando ragione.
Tra i pali ci sarà il 29enne Danilo Russo che i tifosi biancoazzurri ricorderanno protagonista in negativo della disastrosa trasferta della passata stagione ad Andria (prima e unica presenza con la maglia del Matera per l’estremo difensore ex Pro Vercelli, Spezia e Vicenza in B).
Per il ruolo di terzino destro il 24enne Tommaso Cancellotti dovrebbe essere preferito a Francesco Lisi, mentre a sinistra ci sarà Daniele Liotti. Inizialmente in panchina Matteo Liviero, scuola Juventus.
Al centro della difesa confermatissima la coppia composta dal bulgaro Zhivko Atanasov e dal 34enne argentino Santiago Morero, prelevato dall’Alessandria.
In mezzo al campo il metronomo e capitano delle vespe Paolo Capodaglio, ex Lupa Roma e Casertana, al cui fianco mister Fontana schiererà Nicolas Izzillo ed il 20enne Alessandro Mastalli, prodotto del settore giovanile del Milan. Pronto a subentrare dalla panchina il centrale sloveno Urban Zibert, nella passata stagione ad Agrigento.
In attacco Fontana può contare su giocatori di assoluta qualità per la categoria. In mezzo il bomber Francesco Ripa, sinora autore di sette reti, a destra ballottaggio tra Mario Marotta, protagonista a Frattamaggiore in D l’anno scorso, e l’ex Benevento Mamadou Kanoute, a sinistra l’esterno offensivo Salvatore Sandomenico, prelevato da L’Aquila ed a segno quattro volte in campionato. In organico anche l’ariete Stefano Del Sante, cinque gol in undici apparizioni.

1 Commento

  1. squadra proitiva ma possibile anche superarla ci vorrà tutta la grinta e la cattiveria sottoporta forza Maikol facci vedè ora tocca a te

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*