L’avversario di turno: la Paganese

La formazione della Paganese battuta due a zero a Francavilla (foto pagina Facebook Paganese Calcio 1926)
La formazione della Paganese battuta due a zero a Francavilla (foto pagina Facebook Paganese Calcio 1926)

Ventidue punti conquistati in venti giornate, questo il modesto bottino della Paganese che ha vinto sei volte, pareggiato quattro e perso in dieci occasioni (solamente il fanalino di coda Vibonese, con undici sconfitte, ha fatto peggio).
Il ruolino di marcia in casa parla di quattro successi (Melfi, Taranto, Akragas e Reggina), tre pareggi (Virtus Francavilla, Foggia e Siracusa) e tre sconfitte (Casertana, Monopoli e Juve Stabia) con tredici reti messe a segno e nove subite.
Dal punto di vista prettamente tattico l’allenatore azzurrostellato Grassadonia, un po’ per via di infortuni e squalifiche un po’ per coprirsi maggiormente contro avversari tecnicamente superiori, ha abbandonato da qualche settimana l’abituale 4-3-3 optando per il 3-4-2-1, per il 3-5-2 e per il 4-4-2.
Tra i pali difficile il recupero di Vincenzo Marruocco, infortunatosi contro la Reggina; quasi scontato quindi l’impiego dal primo minuto del rumeno Andrei Chiriac, arrivato in prestito dal Modena.
Al centro della difesa mancherà per squalifica il forte Raffaele Alcibiade, ex Lecce cresciuto nel settore giovanile della Juventus. In campo scenderanno l’ex Siena Luigi Silvestri, il centrale Vincenzo Camilleri e probabilmente il 31enne Stefano Dicuonzo, non al meglio dal punto di vista fisico.
In caso di 3-5-2 spazio agli esterni Leonardo Longo a destra e Giovanni Della Corte a sinistra.
A centrocampo Francesco Deli, tre gol in campionato, il centrale Samuele Parlati, 19enne scuola Ascoli, e Luca Tagliavacche, in prestito dalla Pro Vercelli. Dovrebbero inizialmente accomodarsi in panchina il mediano 30enne Stefano Maiorano ed il regista ex Salernitana Manolo Pestrin.
In attacco non ci sarà per squalifica il brasiliano Reginaldo, autore finora di sette gol in diciassette presenze. Spazio quindi ad Antimo Iunco ed Emanuele Cicerelli, con l’esterno d’attacco panamense Eric Herrera pronto a subentrare a gara in corso.

2 Commenti

  1. squadra da non sottovalutare a volte con le grandi fà egregie partite ed altre invece no ,non bisogna prenderla sottogamba ora bisogna fare punti a tutti i costi quindi spingiamo l’accelleratore

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*