L’avversario di turno: il Monopoli

monopoliA due giornate dal termine della regular season, ed in virtù delle modifiche al regolamento in chiave playoff (che, giustamente, privilegiano le squadre che si sono meglio classificate nel corso della stagione), il Matera di mister Auteri è chiamato a confermare il terzo posto. I biancoazzurri hanno conquistato fino ad ora 61 punti, soli tre in più della Juve Stabia. Le vespe sono attese da una difficile partita in Sicilia contro l’Akragas, formazione che naviga nei bassifondi del girone C e che quindi è alla disperata ricerca di punti; i gialloblé, tuttavia, conoscono un solo risultato utile: la vittoria. Di contro il Matera se la dovrà vedere con il Monopoli. La squadra di mister Zanin occupa il decimo posto insieme al Messina a quota 30 punti, sole tre lunghezze in più rispetto alla zona playout. E dire che i pugliesi, negli ultimi mesi, avevano fatto temere il peggio ai propri sostenitori, riuscendo ad inanellare una serie impressionante di risultati negativi che li aveva fatti precipitare nella zona calda. Il pareggio contro il Melfi, la vittoria esterna di Taranto e la seguente vittoria interna contro il Catania hanno ridato tranquillità ai biancoverdi che, tuttavia, arriveranno al XXI Settembre Franco Salerno con l’obiettivo di vincere per chiudere il discorso salvezza.

Mister Zanin dovrebbe schierare i suoi uomini con un 4-3-3. Tra i pali il giovane Furlan, classe ’93, preferito al più esperto Pellegrino. Linea difensiva guidata da Esposito, classe ’81, con numerose esperienze al Sud tra serie C e D, con le maglie, tra tutte, di Cavese, Battipagliese, Casertana, Paganese, Potenza, Sorrento e Turris. A completare la linea difensiva il centrale Bacchetti, 24 anni, alla sue seconda stagione tra i gabbiani, ed i giovani Carissoni e Mercadante; il primo schierato a destra, il secondo, che ha figurato tra le fila del Matera nella stagione 2014/15 (senza mai scendere in campo in partite ufficiali), a sinistra. Nel caso in cui le cose si dovessero mettere bene per gli ospiti, mister Zanin è pronto a schierare il quinto centrale di difesa, classe ’93, Ferrara.

20161210_Monopoli_Matera_Latorre_00002Il terzetto di centrocampo vede la presenza di due mediani bassi ed un centrocampista più avanzato. In cabina di regìa agiranno Franco e l’italo-uruguaiano Nicolini; quest’ultimo, alla sua prima esperienza in Italia dopo aver indossato le casacche del Penarol e Racing in Uruguay e Valona in Albania, rappresenta il punto fermo della formazione di Zanin, avendo totalizzato ben 34 presenze in stagione. Più avanzato il giovane sloveno Mavretic, classe ’97, autore di quattro reti in ventitre presenze fino ad ora. Scalpita in panchina Ricucci, una rete in ventuno presenze, insieme al greco Sounas.

In avanti i pugliesi hanno due punti fermi nel tridente di mister Zanin. Il primo si chiama Giuseppe Genchi, trentaduenne attaccante di esperienza, una vecchia conoscenza del calcio materano avendo giocato nella città dei Sassi nella stagione di serie D 2009/10. Genchi, autore quest’anno di sei reti pesantissime in ventitre presenze, ha indossato in passato le casacche di Taranto, Bisceglie, Ancona, Messina, Nardò, Casarano, Chieti, Manfredonia e Giulianova. Sicuro di partire titolare anche Mattia Montini, classe ’92, il miglior realizzatore dei gabbiani con dodici reti in trentadue presenze, proveniente dalla Pro Patria. Come terzo di attacco (così come contro il Catania) dovrebbe trovare spazio Pinto, centrocampista offensivo che rappresenta una sicurezza per il Monopoli da ben quattro stagioni, quest’anno autore di due goal in trentuno presenze. In ballottaggio fino all’ultimo per una maglia da titolare, o per entrare a partita in corso, Gatto (sette reti all’attivo, proveniente dalla Salernitana e con varie esperienze tra serie C e B), lo sloveno Til ed il bosniaco Nadarevic (che può vantare diverse esperienze tra serie A e B con le maglie di Genoa, Trapani, Novara, Bari, Cesena e Varese).

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*