Matera già con la testa a Venezia, la Casertana passeggia

20170423_casertana_matera_tifomatera_00004Casertana – Matera 3-1

Reti: 2’ pt Dammacco (M), 9’ pt  rig. Corado (C), 32’ pt Rajcic (C), 40’ pt Ciotola (C)

Casertana (4-3-3): Ginestra, Finizio, Rainone, D’Alterio, Ramos, De Marco, Rajcic, Giorno (26’ st Lorenzini), Orlando (32’ st De Filippo), Corado, Ciotola (21’ st Carriero)

A disp.: Fontanelli, Simone, Magnino, Diallo, Petricciuolo, Colli, Moretta, Taurino, Cisotti

All.: Tedesco

Matera (3-4-3): Biscarini, Gigli (12’ st De Franco), Bertoncini, Ingrosso, Salandria, Iannini, Didiba (12’ st Sartore), Armeno, Dammacco, Infantino (21’ st Strambelli), Lanini

A disp.: D’Egidio, Tozzo, Mattera, De Rose, Carretta, Armellino, Casoli, Negro

All.: Auteri.

Arbitro: Daniele Viotti (Tivoli)

Note: Spettatori 1.000 circa, con una ventina provenienti da Matera. Ammoniti: Giorno, D’Alterio (C) e Didiba, Biscarini (M).

20170423_casertana_matera_tifomatera_00015

20170423_casertana_matera_tifomatera_00014Un Matera in versione “Turnover” e con la testa già a Venezia esce sconfitto dallo stadio Pinto di Caserta. Padroni di casa che vincono per 3-1 e danno un segnale importante in chiave playoff. Biancoazzurri, imbottiti di seconde linee, che vanno in vantaggio subito con una gran rete di Dammacco. Sarà la prima e unica azione pericolosa dei ragazzi capitanati da Gaetano Iannini, per l’occasione ritornato titolare dopo una lunga assenza. Campani che in poco tempo riescono prima a pareggiare con un rigore di Corado, poi ad allungare con Rajcic e Ciotola, sfiorando la marcatura in altre occasioni. Tutti i goal nei primi quarantacinque minuti, secondo tempo da sbadigli con gli ospiti che non riescono a creare grattacapi ai rossoblu. Capitolo campionato momentaneamente messo da parte, mercoledì gli uomini di Auteri devono cercare di dar seguito alla finale di andata di coppa, vinta per 1-0. Un appuntamento assolutamente da non fallire.

20170423_casertana_matera_tifomatera_00003Mister Auteri ridisegna il Matera in vista della finale di ritorno di coppa Italia, in programma mercoledì a Venezia. Tra i pali trova spazio Biscarini; difesa a tre con Ingrosso, Bertoncini e Gigli. Centrocampo a quattro con capitan Iannini centrale insieme a Didiba, con Armeno e Salandrìa sulle fasce. In avanti tridente inedito composto da Lanini, Dammacco ed Infantino. Pronti via e gli ospiti si portano subito in vantaggio: al 2′ Dammacco è autore di un’ottima giocata che lo porta da solo a tu per tu con Ginestra, l’attaccante proveniente dalle giovanili biancoazzurre non sbaglia e sigla il suo primo goal tra i professionisti. La Casertana risponde subito al minuto 10′: il fallo di Bertoncini ai danni di Ramos è punito dal direttore di gara con un penalty. Sul dischetto si presenta Corado che non sbaglia. Insistono i padroni di casa qualche minuto più tardi, la conclusione dalla distanza di Giorno scheggia la parte alta della traversa. Lo stesso Giorno ci prova al 27′ con un diagonale dal limite dell’area, sfera out. Al 32′ la Casertana completa il sorpasso: l’azione è confusa e parte da un rigore assegnato dal direttore di gara per fallo di Biscarini su Orlando. L’estremo difensore biancoazzurro neutralizza il tiro dagli undici metri; l’azione prosegue e Rajcic, su assist di Giorno, trafigge la porta lucana. Sul finire della prima frazione c’è tempo per il tris dei falchetti con Ciotola, abile a sfruttare di testa un bel suggerimento di De Marco. I campani mettono in ghiaccio il risultato già al termine dei primi quarantacinque minuti.

20170423_casertana_matera_tifomatera_00002Nella ripresa ci si aspetta una reazione di orgoglio degli uomini di Auteri. Tuttavia sono i rossoblu a farsi vedere ancora dalle parti di Biscarini. Ci prova Orlando al 52′, tiro parato dal portiere ospite. La Casertana addormenta il match, forte dell’ampio vantaggio. Doppio cambio deciso da mister Auteri: fuori Gigli e Didiba, dentro De Franco e Sartore. Al 21′ terzo ed ultimo cambio per il Matera, esce uno spento Infantino, alla ricerca della miglior condizione, dentro Strambelli. Nuovamente Biscarini protagonista al 24′, il portiere biancoazzurro respinge il tentativo di Corado, lanciato a rete. Alla mezz’ora brutta tegola per mister Auteri in vista della finale di ritorno di coppa: l’infortunio di Bertoncini lascia i lucani in dieci uomini. Stessa sorte, sul finire di gara, anche per Salandrìa, Matera che rimane in nove uomini negli ultimi minuti di gioco. Ultimo squillo di marca campana sul finire di partita, la punizione di Ramos termina di poco fuori. Matera che archivia un’altra brutta sconfitta e si proietta all’appuntamento di mercoledì. Si parte dall’1-0 dell’andata in favore degli uomini di Auteri; tuttavia il Venezia di mister Inzaghi è già promosso in serie B e, per il ritorno, potrà contare su tutta la rosa titolare. Per quanto riguarda il girone C di Lega Pro c’è da registrare la vittoria (meritata) del campionato da parte del Foggia, vittorioso in quel di Fondi. Matera che vede in pericolo il proprio terzo posto, tallonato dalla Juve Stabia. Le vespe, grazie alla vittoria contro la Fidelis Andria, si avvicinano al podio, distante adesso sole tre lunghezze.

1 Commento

  1. x i play off il Matera dovrà incontrare la vincente del 6 7 del girone C
    che potrebberò essere una di queste Cosenza, Virtus Francavilla, andria,Paganese Casertana ideale sarebbe la Casertana vedremo fra due gare dopo il Venezia al Matera bastera vincere una gara ed una pareggiarla

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*