Riflettori sul girone C: 31^ giornata


Tutto invariato in vetta al girone C dopo la 31^ giornata. La capolista Foggia vince di misura al “Massimino” di Catania grazie ad un autogol del rossoazzurro Gil e consolida il primato raggiungendo quota  68 punti, mentre gli etnei sono attualmente fuori dalla lotta play-off con 39 punti conquistati sino ad ora. Il Lecce insegue, a distanza di 4 lunghezze, dopo la vittoria casalinga per 2-0 contro il Fondi: le reti di Maimone e Torromino permettono alla squadra di Padalino di rialzarsi dopo la sconfitta nel derby di Foggia e tornare a sperare per il primo posto, mentre il Fondi incappa in un’altra sconfitta che lo vede scendere al decimo posto con 40 punti. Al terzo posto risorge il Matera che rifila un netto 5-1 al Messina al “XXI Settemrbe – Franco Salerno”; i lucani mettono finalmente alle spalle il periodo nero che li ha visti privarsi del sogno della serie B diretta. Le reti biancazzurre sono state messe a segno da Mattera, Lanini, Salandria, Casoli e Sartore, mentre l’unica rete giallorossa è stata di Gladestony; Matera attualmente con 55 punti in classifica e Messina fermo a 34 con 5 lunghezze di vantaggio sulla zona play-out.vib

Quarta posizione con 53 punti per la Juve Stabia che acciuffa un pareggio insperato tra le mura amiche contro il Catanzaro. Le vespe, andate a segno prima con Paponi, si sono fatte raggiungere e superare dagli ospiti in rete con Sarao e Prestia; poi al novantesimo Kanoute su rigore evita una cocente sconfitta interna. Il Catanzaro guadagna un ottimo punto e raggiunge il Taranto a 29 punti. La zona play-off continua poi con il piazzamento della Virtus Francavilla al quinto posto con 49 punti: i brindisini riescono a conquistare solo un pareggio nel derby pugliese al “Veneziani” di Monopoli. Match terminato 1-1 con reti di Montini per il gabbiano e Albertini per la Virtus. I biancoverdi baresi grazie a questo pareggio giungono a 32 punti in classifica ma devono guardarsi le spalle, se non vogliono precipitare nella zona calda. A seguire sesto posto per il Siracusa che ottiene lo stesso risultato in casa contro la Reggina, raggiungendo 48 lunghezze in classifica: sotto di un gol per la rete calabrese di Cane, i leoni riagguantano il pareggio grazie a Longoni. La squadra di Zeman resta appaiata, a quota 29 punti, insieme al Catanzaro ed al Taranto nella lotta play-out. Scontro diretto per gli spareggi promozione nel match fra Casertana e Cosenza. Al “Pinto” il confronto termina 1-1 con i campani prima in vantaggio grazie a De Marco poi raggiunti dai lupi rossoblu con la rete di Mendicino. Entrambe le squadre 26.03.2017.Matera_Messina00010restano appaiate a 44 punti.

In zona salvezza vince e spera la Vibonese, che conquista tre punti fondamentali davanti ai propri tifosi a scapito della Fidelis Andria grazie alla rete di Viola. Pur restando in ultima posizione con 26 punti, i calabresi si avvicinano al Melfi, distante solo 1 punto. I lucani, dopo 3 vittorie consecutive, conquistano un pareggio a reti bianche al “Valerio” contro l’Akragas. Infine, è stata rinviata per gli episodi di violenza dei giorni scorsi la partita fra Taranto e Paganese.

Fonte dell’immagine di copertina: Fidelisandria.it

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*