Top & Flop: le pagelle di Catania – Matera

07022017_Catania_Matera_Tifomatera_00018Tozzo 6: serata poco felice per la sua squadra ma il nuovo acquisto risulta incolpevole su entrambi i goal (forse leggermente troppo sbilanciato sul primo palo in occasione dell’1-0, ma le responsabilità maggiori ricadono sui suoi compagni). E’ stato chiamato in causa poche volte ed ha risposto sempre presente mostrando sicurezza. DECISO

Mattera 7: prova autoritaria come al solito, grande grinta, cuore e carattere anche nei momenti più difficili. Muro pressochè invalicabile per gli avversari, va vicino al suo secondo goal stagionale che poteva riaprire i conti ma il palo gli nega la gioia della rete. THE WALL

Bertoncini 6: non male nella sua prima uscita con la casacca biancoazzurra. Ha bisogno di integrarsi al meglio nella squadra ma le buone premesse ci sono tutte. PROMESSA

Ingrosso 6.5: come Mattera, Gianmarco giganteggia tra Tavares e Pozzebon bloccando sul nascere le incursioni avversarie e districandosi in eleganti disimpegni. I pericoli per il Matera non partono mai dalle corsie centrali ed il merito è di tutto il comparto arretrato. SICUREZZA

Casoli 5.5: non determinante come al suo solito, Jack incappa in una serata semplicemente storta. Risulta comunque tra gli ultimi ad alzare bandiera bianca, siamo sicuri che ritornerà ad essere mostruoso e decisivo come sempre (checché ne dica il “grandissimo” opinionista/”allenatore” Somma). SOTTOTONO

Iannini 5.5: prova ad illuminare la manovra offensiva materana con un paio di lanci ma deve soccombere alla maggior freschezza atletica ed aggressività degli avversari. FORZA CAPITANO!

Armellino 5.5: a centrocampo, insieme a Iannini, cerca di far capire chi controlla il gioco, ma la manovra biancoazzurra spesso non trova sbocchi in avanti. In affanno come i suoi compagni di reparto. BLOCCATO

Meola 5: nel primo tempo parte bene mettendo in difficoltà Di Grazia ed andando vicino al goal con un sinistro a fin di palo. In occasione del primo goal subito avrebbe potuto fare sicuramente meglio ostacolando il cross di Di Grazia. Nel secondo tempo cala vistosamente. IN DIFFICOLTA’

Negro 4.5: in dubbio fino all’ultimo per problemi fisici, per Maikol è una serata semplicemente da dimenticare. Il funambolo leccese non riesce mai a controllare la palla, risultando mai pericoloso per Pisseri. Come per gli altri, la fiducia verso il giocatore è indiscussa, le 14 marcature stagionali non sono di certo un caso. SERATA NO

Carretta 5.5: il più propositivo in fase offensiva ma anche da lui ci aspettiamo sicuramente di più. IN OMBRA

Strambelli 4.5: il fantasista biancoazzurro va vicino al goal in un contropiede nel primo tempo, ma sul voto incidono pesantemente le tante palle perse ed i tanti errori. SPENTO

Salandria 5.5: porta dinamismo alla manovra dei suoi compagni, si rende protagonista di qualche spunto interessante. PROPOSITIVO

Lanini 5: il suo ingresso in campo non produce grattacapi alla difesa catanese. Difficile giudicare un giocatore nuovo inserito in un momento non certo brillante per la squadra (compresa la vittoria contro la Vibonese), per cui fiducia intatta e tanto coraggio. RIMANDATO

Auteri 6: messo ancora alle strette dagli infortuni, il tecnico di Florìdia ha dovuto ridisegnare lo scacchiere inserendo nell’undici di partenza i due nuovi arrivati, Tozzo e Bertoncini. Con un campo in pessime condizioni forse sarebbe stata utile una prima punta di razza (come Infantino) per cercare di sfruttare i cross ed i centimetri in area di rigore. L’infortunio dell’attaccante di Tricarico ha costretto il mister ad optare per altre strategie di gioco, cercando di forzare la manovra palla a terra. La squadra sembra accusare nel complesso una scarsa condizione atletica, probabilmente dovuta ai pesanti carichi di lavoro svolti dai calciatori durante la pausa invernale. Dovrà essere abile Auteri a trovare il giusto rimedio per cercare di accelerare il recupero di una condizione ottimale, cercando di non perdere per strada altri punti preziosi. AVANTI MISTER!!! AVANTI MATERA!!!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*