Riflettori sul girone C: 24^ giornata

Dopo la 24^ giornata di lega pro cambia la capolista nel girone C. Delle quattro big vince solo il Foggia, mentre le altre 3 concorrenti inciampano in una sconfitta. I satanelli dunque ora sono soli al comando con 50 punti dopo la netta vittoria casalinga per 3-0 contro il Messina: le marcature di Mazzeo, Deli e Palumbo permettono agli uomini di Stroppa di conquistare 3 punti importanti e condannano i siciliani ad una sconfitta. Giallorossi fermi a 24 punti con sole 3 lunghezze di vantaggio sulla zona play-out.07022017_Catania_Matera_Tifomatera_00008

A seguire in classifica Matera e Lecce con 49 punti, entrambe le compagini vengono stoppate in trasferta: i lucani, nel posticipo di martedì sera, subiscono una sconfitta pesante a Catania, con conseguente perdita del primo posto. La rete di Pozzebon e l’autorete di Armellino decretano il punteggio di 2-0 per gli etnei, i quali vedono impennare le proprie quotazioni play-off visto il settimo posto conquistato con 35 punti. Il Lecce di Padalino perde di misura al “Pinto” di Caserta per 1-0 con rete di Ciotola per i rossoblu padroni di casa e perdono dunque l’opportunità di staccare il Matera, i falchetti salgono a quota 33 punti in classifica. La Juve Stabia cade nella sua seconda sconfitta consecutiva, questa volta a gioire è stato il Siracusa che tra le mura amiche vince per 3-2 il confronto con i gialloblu compiendo una clamorosa rimonta da 0-2 a 3-2: dopo la doppietta di Paponi, i siciliani hanno ribaltato il risultato grazie a Scardina, Catania e Spinelli e compiono un grande passo verso la salvezza diretta, giungendo a 32 punti.

Subito dopo le prime 4 si piazza il Francavilla che stende l’Akragas al “Giovanni Paolo II” per 2-0 grazie alle reti di Abate e Pastore e si piazza dunque al quinto posto con 39 punti, mentre l’Akragas è terz’ultimo a quota 21. Il Cosenza non va oltre l’1-1 nel derby contro la Vibonese: al “Razza” di Vibo i cosentini agguantano il pareggio con Calamai dopo aver subito lo svantaggio ad opera di Saraniti. Rossoblu al sesto posto con 37 punti, mentre la Vibonese, nonostante il buon pareggio, resta ultima con 16 punti. Il Fondi condanna il Melfi all’ottava sconfitta consecutiva vincendo in casa per 2-1 con reti di Giannone ed Albadoro, toccando quota 34 lunghezze, i lucani restano penultimi con 17 punti.

In chiave salvezza c’è da registrare l’importante vittoria del Catanzaro in quel di Pagani per 2-1: le reti 102794_p1b21qmkmb1d401oia1b7p11ilin5_0-800x500_cdi Zanini e Icardi sbancano il “Torre” e permettono ai giallorossi di agganciare Taranto e Akragas a 21 punti, mentre la Paganese, andata a segno con Firenze, resta a 24 punti. Perde ancora il Taranto, questa volta lo fa ad Andria dove gli uomini di Favarin s’impongono per 2-1 su quelli di Prosperi, sconfitta da cui scaturisce l’esonero dell’ormai ex tecnico rossoblu. I padroni di casa conquistano la vittoria soltanto al novantesimo grazie alla rete di Aya, preceduta dal vantaggio tarantino di Viola e dal momentaneo pareggio di Tito. Infine pareggio a reti inviolate tra Reggina e Monopoli al “Granillo”.

Fonte dell’immagine di copertina: foggiacalciomania.com

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*