Top & Flop: le pagelle di Matera – Lecce

Matera-Lecce2110201700002Golubovic 6.5: sicuro nelle prese, preciso nei rilanci con i piedi, l’estremo difensore sloveno nulla può sull’eurogoal di Mancosu che si infila sotto il sette. INCOLPEVOLE
Buschiazzo 7: ottima partita nel suo debutto dal primo minuto. Il difensore uruguaiano con estrema calma tiene a bada dei brutti clienti come Caturano e Torromino. SICURO
De Franco 6.5: bella prova di capitan De Franco. Nel complesso guida ottimamente il reparto difensivo, non è un caso che la rete che ha deciso la partita sia arrivata con un tiro dai venti metri. LEADER
Mattera 7: una prova da mastino quella di Beppe Mattera. Non lascia spazi agli attaccanti salentini che capitano dalle sue parti. MASTINO
Angelo 6.5: prova leggermente inferiore alle ultime uscite stagionali. Tuttavia l’esterno brasiliano non fa mancare la solita buona dose di cross perfetti, tagliati a centroarea, non sfruttati dagli attaccanti biancoazzurri. STANCO
Urso 6.5: solita prestazione autoritaria a centrocampo. Urso, al cospetto di uno squadrone come quello giallorosso, non perde la calma e dimostra di avere gli attributi giusti per affrontare avversari di spessore. CORAGGIOSO
De Falco 5.5: il centrocampista ex Benevento appare in difficoltà dal punto di vista fisico. Numerosi errori in fase di impostazione. IMPRECISO
Sernicola 6.5: parte bene il giovane esterno biancoazzurro. Poi, complice anche la stanchezza, arretra il suo raggio d’azione rinunciando alle sortite offensive. Va vicino alla rete con un’incornata ad inizio secondo tempo. AFFATICATO
Strambelli 8: semplicemente il migliore in campo del Matera. Per “Colino” di Bari Vecchia quella contro il Lecce è sicuramente una partita particolare. Uno dei calciatori più attesi non delude le aspettative, deliziando il pubblico con colpi pregevoli, conclusioni dalla distanza terminate fuori di pochissimo e assist al bacio. GENIO
Giovinco 5.5: spaesato tra le maglie giallorosse, l’attaccante catanzarese non risulta mai pericoloso dalle parti di Perucchini. Eppure i cross insidiosi a tagliare l’area di rigore non sono di certo mancati. ASSENTE
Casoli 6.5: tanta corsa e buona volontà da parte di Jack Casoli. Peccato per il colpo di testa dopo pochi minuti di gioco, salvato da una parata straordinaria di Perucchini. VOLENTEROSO

Battista 6: entrato a partita in corso sul risultato di 0-1, l’attaccante tarantino non trova spazi nella retroguardia leccese. INGABBIATO
Maimone s.v.
Maciucca s.v.
Salandria s.v.

Auteri 8: un voto altissimo per il mister dopo una prestazione fantastica della sua squadra. I suoi uomini impongono il proprio gioco alla squadra favorita alla vittoria finale del campionato. La vittoria dei salentini è decisa da un super Perucchini tra i pali e da una magia di Mancosu dalla distanza. Complimenti ai vincitori per il cinismo dimostrato (determinante per vincere i campionati), ma onore agli sconfitti. Visto il materiale umano a disposizione non si poteva chiedere di più al tecnico di Florìdia. STRATEGA

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*