La Voce del Tifoso per Foggia-Matera: il tifoso del Matera Francesco Cruciani

Lo staff di Tifo Matera presenta l’intervista al tifoso Francesco Cruciani.

Francesco CrucianiCiao Francesco, come ti sei avvicinato al Matera e quali sono i tuoi primi ricordi?

Il Matera è una passione di famiglia che ha coinvolto prima mio nonno e poi i miei zii, da piccolo sono cresciuto a Torino e andavo sempre allo stadio a vedere la Juventus ma nel cuore tifavo solo Matera e lo ricordavo sempre a tutti con orgoglio. Quando sono ritornato a Matera ho da subito seguito la squadra tutte le domeniche e devo dire che la passione per la squadra della propria città, vedere costruire un progetto dai fallimenti, dai campi di serie D è nettamente più emozionante e coinvolgente del seguire una squadra di serie A allo stadio, paragonabile solo alle emozioni della Nazionale. La mia prima partita è stata la trasferta a Trani stagione 2002/03 finita 1-1, ho potuto ammirare fin da quel giorno il mio idolo Galeano, ancora con una lunga chioma, che segnò lo 0-1 su punizione. Oggi che abito in Olanda sono costretto a seguire il più delle volte le partite su Sportube e mi manca molto l’odore del XXI Settembre.

Quale partita ricordi con maggior piacere e quale è la tua più cocente delusione?

Sicuramente il derby Matera-Potenza stagione 2002/03 con punizione di Galeano da 40 metri e mitraglietta sotto la curva ospite ma anche la finale playoff di Chieti contro il Pianura vinta in extremis e ovviamente chi non si è estaltato guardando la cassetta di quel 0-4 a Lucca? Un momento negativo che ricordo sempre con dispiacere è la partita Matera-Bojano persa 1-5 in campo con la juniores, una partita a senso unico, pochissime persone allo stadio: un momento assolutamente da dimenticare o anche la partita persa a Melfi 0-1 nella stagione 2002/03 con la stupida espulsione di Di Giannatale e gol di Astarita.

Veniamo da due sconfitte consecutive tra cui quella interna contro il Francavilla, come giudichi la prestazione dei ragazzi?

Prima della pausa natalizia la squadra aveva raggiunto un equilibrio e un ordine da primato, gli innesti di Tozzo e Bertoncini seppur molto importanti hanno sicuramente destabilizzato lo spogliatoio e i 5 gol subiti nelle due ultime partite ne sono la testimonianza, spero che mister Auteri possa riportare al piu presto la solidità difensiva e il bel gioco visto a dicembre.

Sabato andremo a Foggia, quale giocatore avversario temi di più e quale giocatore del Matera potrebbe fare la differenza?

Sicuramente Mazzeo che, come anche all’andata, potrebbe essere molto pericoloso, il Matera sa mostrare un bel gioco corale e sarebbe sbagliato puntare sul singolo però spero che Negro possa tornare a fare la differenza.

Cosa suggerisci a Mister Auteri per affrontare al meglio gli avversari?

Posso solo confidare nel suo grande talento quindi mi affido pienamente alle sue scelte, penso però che dovrebbe cercare di armonizzare di nuovo il gruppo dopo gli ultimi arrivi e magari trovare nuove soluzioni per entrare nelle aree avversarie, ormai chiuse tutte a riccio, più velocemente evitando di sbilanciarsi troppo e subire le ripartenze che troppe volte quest’anno ci hanno fatto male

La tua top 11.

Un 3-4-3 con Bifulco per aver dato un importante supporto in tutti questi anni difesa con Mattera, Donadoni, De Franco a centrocampo Di Lorenzo, Galeano, Iannini, Di Giannatale in attacco Letizia, Olcese, Negro. All. Mister Auteri

Ringraziamo Francesco per la disponibilità e la cortesia

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*