La voce del tifoso del Catania per Matera – Catania: il giornalista Marco Trombetta

Torna l’appuntamento con la rubrica “La voce del tifoso”. Rubrica che ci accompagnerà per l’intera stagione. Diamo spazio ai tifosi, sia locali che ospiti, i quali ci raccontano le loro sensazioni pre-match.

Oggi abbiamo il piacere di intervistare Marco Trombetta,  giornalista, redattore presso Catania46.net.

E’ stata l’ennesima estate particolare quella vissuta dal Catania. Come avete reagito alla notizia dell’ennesima penalizzazione? Quali sono gli obiettivi stagionali?

“La partenza ad handicap è ormai sfortunatamente diventata un’abitudine per il Catania. La speranza, come spiegato dall’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, è che il ricorso presentato al Tas per la vicenda Castro venga accolto. In tal caso verrebbero restituiti al Catania sei dei sette punti di penalizzazione. E’ chiaro che gli obiettivi stagionali dei rossazzurri sono legati a doppio filo a tale situazione. Il responso dovrebbe arrivare tra qualche settimana. Al netto della penalizzazione, credo comunque che il Catania sia attrezzato per raggiungere almeno i playoff.”

Nell’ultimo match il Catania ha pareggiato con la Reggina, facendosi raggiungere nel finale di gara. Che partita è stata? C’è voglia di riscattarsi a Matera?

“A Reggio il Catania ha fatto un passo avanti rispetto alla prestazione di Andria. La squadra di Rigoli è apparsa più quadrata e ficcante con il passaggio al 4-3-3, tuttavia c’è ancora molto da lavorare sui meccanismi difensivi e specialmente sull’intesa tra i due centrali. Il Catania deve ancora maturare sull’aspetto gestionale della partita: poteva chiuderla o difendere meglio il vantaggio, invece ha subito goal praticamente al primo tiro in porta. I rossazzurri devono ancora trovare la giusta amalgama e il fatto di non aver giocato per quasi due settimane non ha sicuramente aiutato. Fare un buon risultato a Matera non sarebbe importante soltanto per la classifica, ma darebbe anche un’iniezione di fiducia necessaria per i giocatori e per tutto l’ambiente.”

Chi sono, a suo avviso, gli osservati speciali del match?

“Nel Catania menzionerei senza dubbio Russotto, trascinatore assoluto a Reggio. L’ex Napoli ha iniziato la stagione con grande voglia e può fare la differenza su qualunque campo. Purtroppo non sarà ancora tra i convocati Bergamelli, dunque questo sarà un test importante per il giovane Gil, che fino a questo punto non è riuscito a dare le giuste garanzie. Nel Matera non posso che fare il nome di Maikol Negro, ex della partita, anche se non è mai sceso in campo in gare ufficiali con i rossazzurri. E’ un giocatore di grande esperienza e talento, che avrà sicuramente voglia di far male alla sua ex squadra.”

A suo parere, dove può arrivare la squadra materana?

“Credo che allo stato attuale delle cose il Matera sia subito dietro a Lecce e Foggia nella corsa alla promozione diretta. Auteri è reduce da un campionato vinto con il Benevento e rappresenta un surplus per la categoria. Inoltre sono arrivati giocatori come Papini, Negro e Strambelli che hanno puntellato la rosa, rendendola ancora più completa e competitiva.”

 

L’intero staff di Tifo Matera ringrazia il giornalista  Trombetta per l’immensa gentilezza e disponibilità.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*