L’avversario di turno: il Lecce

Un'esultanza dei giallorossi (foto Corriere Salentino)
Un’esultanza dei giallorossi (foto Corriere Salentino)

Con la B diretta che rappresenta un sogno praticamente svanito (il Foggia potrebbe già festeggiare già oggi l’aritmetica promozione), il Lecce punta ad onorare nel migliore dei modi il finale della stagione regolare per poi dare il tutto per tutto nell’appendice dei playoff.
Nonostante le sei lunghezze di ritardo dalla battistrada, i settantuno punti in trentaquattro giornate conquistati dai salentini, frutto di ventuno successi, otto pareggi e cinque sconfitte, rappresentano un bottino di tutto rispetto. Lontano dal Via del Mare i giallorossi hanno vinto nove volte, pareggiato quattro e perso a Catania, Caserta, Francavilla e Foggia.
Il grande ex di giornata Pasquale Padalino, in rotta con i tifosi per via delle sue origini foggiane, si affiderà al collaudato 4-3-3.
Tra i pali Filippo Perucchini, 25enne in prestito dal Bologna.
Difesa a quattro con l’ex Cosenza Simone Ciancio a destra, Ferdinando Vitofrancesco a sinistra e la coppia composta da Francesco Cosenza e Antonio Giosa, potentino doc, al centro. Mancherà l’acciaccato Mirko Drudi.
A centrocampo il portoghese Costa Ferreira, portoghese in prestito dalla Virtus Entella, Andrea Arrigoni e Giuseppe Maimone, ex Melfi. Probabilmente in panchina il bulgaro Radoslav Tsonev e Luca Fiordilino.
In attacco ballottaggio a destra tra Lepore e Pacilli mentre a sinistra mancherà Giuseppe Torromino, fermo per un guaio muscolare; sarà sostituito da Abdou Doumbia. Al centro Padalino potrebbe schierare il titolarissimo Salvatore Caturano, capocannoniere con diciotto centri, o farlo rifiatare dando spazio all’ex Alessandria Michele Marconi.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*