I numeri del match: Akragas – Matera

Finalmente il sorriso sembra essere tornato in casa Biancoazzurra. La vittoria di Domenica contro la Reggina per 2 reti a 0, ha fatto rivedere a sprazzi finalmente il Matera di qualche mese fa. La squadra è stata unita, tutti hanno lottato su ogni pallone ed è arrivata una vittoria che senza dubbio restituisce un po’ di morale all’intero ambiente. Ma adesso bisogna dar seguito alla bella prova di Domenica perché il campionato è ancora lungo e questo Matera deve e può ancora dire la sua. Domenica 19 Marzo alle ore 14.45 allo stadio Esseneto di Agrigento, va in scena Akragas vs Matera  gara valida per l’undicesima giornata di ritorno del girone C di Lega Pro. Scopriamo insieme le curiosità numeriche e statistiche che precedono questo match.

 

20170312_Matera_Reggina_Tifomatera_00019La classifica parla di un Matera che conserva la terza piazza a quota 52 punti (15 vittorie, 7 pareggi e 7 sconfitte). Avanti è ancora lotta a due tra Foggia (62) e Lecce (61), vittoriose rispettivamente contro Monopoli e Catania. Ma in questa giornata qualcosa potrebbe cambiare nei piani alti: infatti alle 14.45 di Domenica, è in programma lo scontro al vertice allo Zaccheria, che potrebbe sancire chi realmente sarà il padrone di questo campionato. La Juve Stabia (49) continua il suo periodo no, e dopo la seconda sconfitta consecutiva subita questa volta contro la Paganese, sarà di scena a Cosenza contro i padroni di casa in netta ripresa . Un gradino più sotto (48), troviamo il Francavilla sorprendentemente sconfitta a Vibo dal fanalino di coda Vibonese. L’Akragas di contro è terzultimo a quota 27 punti (a pari punti con Reggina e Catanzaro) con 6 vittorie, 9 pareggi e 14 sconfitte. Biancoazzurri Siciliani che dopo la bella vittoria per 2 reti a 0 in quel di Taranto, cercano punti fondamentali per la salvezza diretta che adesso dista soltanto 2 lunghezze.

 

20170312_Matera_Reggina_Tifomatera_00007Lo stato di forma delle due squadre non è dei migliori. Infatti se il Matera nelle ultime 5 gare ha centrato una sola vittoria (e ben 4 sconfitte), l’Akragas ha raccolto soltanto 2 vittorie (e 3 sconfitte). Nell’analisi dettagliata dei risultati, se le sconfitte dei Lucani sono state delle vere e proprie débâcle, c’è da sottolineare come i Siciliani abbiano venduto a caro prezzo la propria pelle. Infatti le tre sconfitte di cui sopra sono state tutte sconfitte di misura (per una rete a zero) contro squadre difficili come Andria, Catanzaro e Foggia. C’è da dire che la squadra allenata da mister Raffaele Di Napoli, non ha mai trovato una vera continuità di risultati in questo campionato. Ogni vittoria infatti è stata sempre seguita da almeno una sconfitta (ad eccezione delle due vittorie consecutive contro Francavilla e Catania di inizio campionato). Ci attende quindi un match imprevedibile, aperto a tutti gli scenari.

 

Anche l’Esseneto sembra aver perso l’inviolabilità di un tempo. Infatti se nelle prime 8 giornate disputate tra le mura amiche si sono registrati ben 7 pareggi e 1 vittoria, da 6 giornate a questa parte le cose sono notevolmente cambiate e si registrano 1 vittoria, 1 pareggio e ben 4 sconfitte (se pure contro squadre di blasone come Foggia, Lecce, Monopoli e Cosenza).

 

20170312_Matera_Reggina_Tifomatera_00014Passando all’analisi delle reti segnate, salgono a 57 quelle del Matera che continua ad avere i numeri migliori del girone per quanto riguarda i gol all’attivo. Delle 57 reti, 32 sono state messe a segno in casa e 25 fuori casa. 24 sono invece la reti realizzate fin qui dall’Akragas, (terzo peggior attacco del girone) 14 in casa e 10 fuori casa. Situazione invariata rispetto alla scorsa settimana per quanto concerne il miglior realizzatore in casa Biancoazzurra. Infatti Maikol Negro salito a quota 15 reti all’attivo, tallona adesso Salvatore Caturano fermo a quota 16. Per quanto riguarda i dati riguardanti le difese, sono 35 le reti subite dal Matera (16 in casa e 19 fuori) contro le 40 incassate dall’Akragas (18 in casa, 22 fuori).

 

Non ci resta quindi che attendere Domenica perché la voglia di vincere è ancora tanta. AVANTI MATERA!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*