Riflettori sul girone C: 30^ giornata

20170319_Akragas_Matera_Tifomatera_00005A meno di ulteriori colpi di scena pare che ormai il Foggia sia la squadra che si aggiudicherà la vittoria finale del campionato: nello scontro diretto della 30^ giornata i satanelli schiacciano il Lecce per 3-0 allo “Zaccheria”. I rossoneri chiudono il primo tempo già in vantaggio di due reti grazie a Mazzeo e Coletti, poi nella seconda frazione di gara è Deli a chiudere i conti e quindi Foggia primo con 65 punti, 4 in più della diretta concorrente Lecce che vede ridursi ora le speranze di promozione diretta e che deve ritrovare il morale per tentare una risalita. Il terzo posto è condiviso da un irriconoscibile Matera e dalla Juve Stabia appaiate a 52 punti. I biancazzurri escono sconfitti dall’Akragas per 1-0 all’Esseneto giocando una gara anonima, mentre i siciliani ringraziano andando a segno con Cocuzza su un penalty regalato dal difensore Gigli. La Juve Stabia conquista una vittoria importante a Cosenza: 4-2 il risultato in favore degli uomini del neo-tecnico Carboni, in cui le marcature sono state siglate da 3 giocatori in grado di realizzare una doppietta e si tratta di Lisi e Kanoute per i napoletani e Baclet per i calabresi. Cosenza che quindi è ora fermo al settimo posto con 43 punti.

A sorpresa tra le squadre più in forma dell’ultimo periodo, crolla la Virtus Francavilla tra le mura amiche ad opera del Melfi, i lucani vincono per 1-0 con gol di De Vena e conquistano la terza vittoria consecutiva dopo 11 sconfitte di fila, segno che l’arrivo del tecnico Diana ha dato una scossa non indifferente all’ambiente gialloverde. Ora i pugliesi sono quinti con 48 punti, mentre il Melfi è penultimo con 26 a soli 2 punti dalla Reggina. Ancora una vittoria per il Siracusa, i leoni siculi sbancano Andria vincendo al “Degli Ulivi” per 1-0 grazie al gol di Valente e salgono a 47 punti mentre i pugliesi sono fermi a 41. La Casertana torna ad essere protagonista nella zona play-off vincendo lo scontro diretto con il Fondi in terra laziale: in vantaggio con Ciotola i falchetti si sono fatti raggiungere da un rigore realizzato da Albadoro, ma nel secondo tempo è Corado a regalare i 3 punti agli uomini di De Angelis che raggiungono ora il Cosenza a 43 punti, mentre i laziali sono fermi a 40.

In zona salvezza vittoria importante per il Messina, i giallorossi vincono in casa per 3-1 contro il Taranto e de venaattualmente sono fuori dai play-out con 34 punti. Le marcature sono state messe a segno da Anastasi, Foresta e Milinkovic per gli uomini di Lucarelli. I pugliesi, in gol con Emmausso non possono stare tranquilli visto il nuovo scivolone che ora li vede in ventiseiesima posizione con 29 punti. L’altra siciliana, il Catania cade ancora e questa volta lo fa a Pagani dove la Paganese vince lo scontro salvezza per 2-1, in gol con Alcibiade prima e Firenze poi i campani si piazzano in una zona della classifica abbastanza tranquilla con 40 punti, mentre gli etnei, che erano riusciti a pareggiare provvisoriamente con Di Grazia, restano a 39 punti scavalcati proprio dagli avversari affrontati. Pareggi infine tra Catanzaro e Monopoli per 1-1 con reti di Giovinco per i primi e Nadarevic per i secondi e 0-0 nel derby calabrese tra Reggina e Vibonese.

Fonte dell’immagine di copertina: Tuttolegapro.com

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*