Riflettori sul girone C: 35^ giornata

Festa rinviata per il Foggia ed i suoi tifosi, un solo punto separa i satanelli dalla tanto sognata e rincorsa promozione in serie B. I rossoneri hanno vinto per 1-0 il match casalingo contro la Reggina con un gol di Loiacono e si portano ad 80 punti; vista la mancata sconfitta del Lecce, c’è ancora un punto che separa la formazione di Stroppa dalla matematica vittoria del campionato. I salentini di Padalino riescono a strappare un punto a Matera. Partita termina 1-1 in un match senza grosse pretese da parte di entrambe le compagini, visto che ormai non hanno più nulla da dire in questo campionato (essendo già matematicamente qualificate ai playoff). Il primo gol è stato messo a segno da Negro per il Matera, pareggio leccese di Costa Ferreira nel secondo tempo. Biancoazzurri che raggiungono quota 61 punti, ormai sicuri del gradino basso del podio, mentre il Lecce si piazza a 72 punti, in seconda posizione.

A seguire, in quarta piazza, c’è La Juve Stabia con 55 punti. Vespe che riescono a pareggiare per 1-1 a tarmon0a1-696x464Francavilla Fontana con Ripa, dopo che i brindisini si erano portati in vantaggio con Nzola. I padroni di casa si piazzano al settimo posto con 51 punti, quasi certi dei play-off. Quinta posizione per il Siracusa che non approfitta del pareggio dei gialloblé, restando a 54 punti dopo la sconfitta in quel di Catanzaro per 1-0. Calabresi che conquistano una vittoria preziosa in chiave salvezza grazie al gol di Icardi; giallorossi ora a 35 punti con qualche speranza di poter evitare i play-out. Importante vittoria anche per il Cosenza che sbanca il “Massimino” di Catania vincendo per 2-0 grazie ai gol di Letizia e Statella; rossoblu che raggiungono il Francavilla a 51 punti, mentre il Catania vede ridursi le possibilità di giocare i play-off restando a 43 punti con 2 di ritardo dalla griglia degli spareggi promozione.

Il risultato al “Torre” di Pagani tra Paganese e Vibonese è di 1-1. Un punto che serve più ai padroni di casa, che vedono confermarsi in zona play-off con 46 punti, che ai calabresi, ora terz’ultimi con 32 punti. Lo scontro per l’ultimo posto disponibile per i play-off tra Fidelis Andria e Fondi se lo aggiudica il team di Pochesci. Laziali che riescono a violare di misura il “Degli Ulivi” grazie al gol di Calderini, raggiungendo proprio i pugliesi in classifica a quota 45 punti. Stessa posizione e stessi punti per la Casertana, che viene risucchiata nel terzetto con Andria e Fondi dopo la sconfitta patita ad Agrigento. L’Akragas si è imposto per 1-0 con gol di Klaric e raggiunge così 38 punti, al quindicesimo posto, a braccetto con la Reggina.

In zona salvezza si registra un festival del gol al “San Filippo” di Messina. Padroni di 20170415_Matera_Lecce_Tifomatera_00019casa che soccombono ad opera del Melfi per 4-3. I siciliani, in rete con Madonia, Marseglia e Musacci, restano a 39 punti con 2 lunghezze di vantaggio sulla zona calda; il Melfi, in rete con Marano, Laezza, De Vena e Foggia, lascia l’ultimo posto salendo a 31 punti. L’ultima posizione ora è occupata dal Taranto con 30 punti: gli jonici perdono per 1-0 tra le mura amiche e confermano la crisi che ora li ha portati ad essere fanalini di coda. A beneficiarne è il Monopoli, in rete con Genchi, che con questa vittoria riacquisisce speranze di salvezza diretta con 37 punti all’attivo.

Fonte dell’immagine di copertina: TuttoMonopoli.com

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*