I riflettori sul girone C: 37^ giornata

Siamo alla penultima giornata e più di un verdetto è stato ormai stabilito nel girone C di Lega Pro. Il Foggia, già sicuro del primo posto, vince l’ultimo match casalingo della stagione per 1-0 contro il Melfi. Gol di Martinelli per i rossoneri che salgono, dunque, ad 84 punti in classifica, mentre i lucani sono ora matematicamente penultimi con 34 punti. Il Lecce ormai attende la fine della regular season, ben saldo al secondo posto con 73 punti. Gli uomini di Rizzo pareggiano per 1-1 a Pagani grazie a Doumbia, che recupera lo svantaggio iniziale ad opera di Firenze per i campani. Questi ultimi, grazie a questo pareggio, giungono a 50 punti all’ottavo 30.04.2017.Matera_Monopoli00002posto, certi di partecipare agli spareggi promozione. Al terzo posto il Matera è fermo a 62 punti dopo il pareggio per 1-1 al XXI Settembre contro il Monopoli. Lucani tallonati dalla Juve Stabia che seguono ad un punto. I biancazzurri dominano il primo tempo e passano in vantaggio con Armellino, mentre nel secondo tempo il Monopoli sale in cattedra e riesce a pareggiare con Montini. Gabbiani quindicesimi con 41 punti , ad una sola lunghezza dalla matematica salvezza diretta. La Juve Stabia vince 3-1 ad Agrigento contro l’Akragas grazie ai gol di Ripa, Mastalli e Cutolo e può sperare ancora nel terzo posto; gli agrigentini sono ormai certi di disputare i play-out con 38 punti.

Il Siracusa perde 3-1 il derby al Massimino contro il Catania e si ferma al quarto posto con 57 punti. Per gli etnei, invece, ci sono ancora speranze play-off dopo la vittoria interna, rossoazzurri al decimo posto con 46 punti. Le reti sono state messe a segno da Mazzarani, Di Grazia e Gil per i padroni di casa e da De Silvestro per gli ospiti. Vince il Messina sul Cosenza e ipoteca la salvezza: al San Filippo il risultato è di 2-1 con reti di Milinkovic e Capua per i giallorossi e di Mendicino per i calabresi. I siciliani sono tredicesimi con 45 punti, mentre il Cosenza è sesto con 54. A pari punti con gli uomini di De Angelis è piazzato il Francavilla che vince l’ultimo match davanti ai suoi tifosi per 3-1 contro il Fondi grazie alle reti di Triarico e Nzola, quest’ultimo  mette a segno una doppietta. Il Fondi, che segna il gol della bandiera con Albadoro su rigore, attualmente è undicesimo con 46 punti ed è fuori dalla griglia play-off. Nono posto per la Casertana con 48 punti che cade a Catanzaro. I padroni di casa vincono per 2-0 grazie alla doppietta di Zanini, tuttavia i giallorossi difficilmente riusciranno ad evitare i play-out nell’ultima giornata.

Pareggio per 1-1 fra Fidelis Andria e Reggina con reti di Berardino per i primi e Kosnic per itaranto calcio6 secondi, con entrambe le reti segnate su calcio di rigore alla fine del match. Sia i pugliesi che i calabresi sono salvi rispettivamente con 46 e 42 punti in classifica. Infine la prima retrocessione in Serie D è ufficialmente del Taranto che perde lo scontro diretto in casa per 2-1 contro la Vibonese e resta ultimo con 30 punti, con 4 lunghezze di svantaggio dal Melfi. Mentre la Vibonese è attaccata al sogno salvezza con 38 punti all’attivo grazie ai gol di Sowe e Bubas.

Fonte dell’immagine di copertina: Giornaledipuglia.com

 

2 Commenti

  1. ora bisogna tenere da parte le chiacchiere e bisogna fare quadrato intorno alla squadra ci vuole + coesione ed unità anche da parte della tifoseria fra 15 giorni il Matera si giochera i play off e non bisogna fare la fine della Casertana che anche l’anno scorso era prima del girone di andata x poi finire il campionato al 4 posto , ed alla prima gara dei play off eliminata dal Pordenone squadra che a mio avviso avrebbe potuto vincere senza grosse problemi invece purtroppo perse nel secondo tempo da forte tiro della distanza , ora bisogna prima assicurarsi il 3 posto possibilmente con + reti possibile senza prenderne nessuna e poi ci dobbiamo preparare alla grande x affrontare o la Paganese, virtus Villafranca , Fondi, Cosenza , Casertana le peggiori da incontrare sono il Villafranca ed il Cosenza , Fondi ma credo tutte pericolose ai play off tutte si trasformano e danno il massimo la serie B fà gola a tutti quindi tutte diventano spietate gare da fuoco quindi massima unione insieme si vince da soli non si và da nessuna parte le partite in casa bisogna fare il pienone ed anche in trasferta bisogna cercare di andare in massa x far sentire i nostri quasi in casa solo cosi possiamo accedere in serie B BBBBBBBBBB

  2. domenica avremo il quadro definitivo del campionato sarebbe prezioso finire al terzo posto e poi auguriamoci di beccare la meno forte ma sempre temibile da affrontare ricordo che i play off sono tutt’altra cosa anche la squadretta diventa corsara quindi ci siamo capiti

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*