L’avversario di turno: la Paganese

Avvio di stagione in salita per la Paganese, reduce da due sconfitte consecutive e ferma a quota 4 in classifica. La società azzurrostellata presieduta da Raffaele Trapani ha attuato in estate una vera e propria rivoluzione, azzerando praticamente in toto il parco giocatori ed affidandosi in panchina al napoletano Massimiliano Favo, chiamato a sostituire il dimissionario Salvatore Matrecano.
Via gente del calibro di Reginaldo, Alcibiade, Marruocco, Herrera, Camilleri, Pestrin, Firenze e spazio ad un manipolo di giovani interessanti e di profili più esperti come il centrale ex Catanzaro Carcione, la punta ex Santarcangelo Christian Cesaretti e l’ala destra Francesco Scarpa.

Dal punto di vista tattico, Favo è solito adottare il 4-3-3 anche se ha spesso variato modulo a gara in corso. Nessun dubbio tra i pali, dove ci sarà il senegalese ex Lecce Lys Gomis. Difesa a quattro con uno tra Edoardo Pavan, 19enne scuola Hellas Verona, e Giuseppe Picone a destra, il 21enne Giovanni Della Corte, prelevato dal Pontedera, a sinistra e la coppia formata da Filippo Carini ed Andrea Meroni, di proprietà dell’Empoli, al centro. Qualche chance per il 23enne Luca Piana, l’anno scorso ad Alessandria.

In mezzo al campo mister Favo dovrebbe puntare su Pietro Baccolo, 27 anni nella passata stagione a Teramo, Simone Tascone, 19enne in prestito dal Genoa, e l’esperto Imperio Carcione, al rientro dopo un infortunio. Dovrebbe partire inizialmente dalla panchina Simone Bernardini, anche lui scuola Genoa. Pochi dubbi in attacco, dove dovrebbero giocare Christian Cesaretti, autore sinora di due reti, Nicola Talamo e l’ex di turno Giuliano Regolanti. Solo panchina per il 19enne ghanese Carlos Opuku e per il sempreverde Francesco Scarpa, 38 anni.

Foto blitzquotidiano.it

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*